Asia Atolia (IT/EN language)

Asia Atolia, proprietaria del marchio Asia Fashion ci parla della sua seconda vita.
Asia Atolia, owner of the Asia Fashion brand tells us about her second life.

Asia Atolia – Asia Fashion

To read the interview in English, scroll down the page to the English section.

Sono sincero, come sempre d’altronde negli articoli, video articoli e interviste qui nel BluEye Blog, sono stato per la prima volta ad una sfilata in Second Life, per la prima volta in tanti anni di SL, e questa cosa mi ha veramente incuriosito. Così ho proposto ad Asia di parlarmi del suo lavoro e, come sempre, ne ho approfittato per fare qualche domanda delle mie.
Direi che ciò che Asia ha risposto è molto interessante, non solo come punto di vista personale, ma soprattutto per come interpreta il suo lavoro in Second Life, e poi è stata anche molto sincera parlando di guadagni, e questa è cosa davvero rara.
Ma senza troppe parole, vi lascio alla sua interessante intervista! buona lettura!

Vi invito a visitare lo store su Second Life ed il Marketplace con i prodotti di Asia Fashion :
Asiah Fashion Second Life InWorld Store SLURL : https://maps.secondlife.com/secondlife/Badwater/250/33/25
Asia Fashion Second Life MarketPlace : https://marketplace.secondlife.com/stores/84163


Gin Leeder: Ciao Asia, innanzitutto grazie, questo articolo, o intervista, lo pubblicheremo in doppia lingua per la prima volta, sono molti gli amici che ormai visitano il blog da diverse parti del mondo, per cui doppia domanda! a te doppia risposta hahahha. la prima cosa che ti chiedo è “come stai?”

Asia Atolia : Ciao Gin, bene direi grazie.

Gin Leeder: Inizialmente ci sono cme ben sai domande più o meno standard, soprattutto per quello che riguarda le “interviste” scritte dove l’interazione non è in “Real Time” diciamo così, alcune domande avranno una forma del tutto simile a precedente interviste sempre scritte, ma varieremo poi ovviamente abbracciando quelle che sono le tue esperienze ed il tuo lavoro nel Metaverso Linden. Dire quindi, iniziamo, Raccontaci di te, ci sono domande alle quali ovviamente puoi anche non rispondere, ma descrivi te stessa e tutto quello che è il tuo mondo in Second Life e magari raccontaci anche i legami fra la tua SL e la tua RL non per forza di natura affettiva ma anche solo professionale come ad esempio il tuo lavoro. Raccontaci quindi come nasce Asia Atolia, se è il tuo primo avatar, se vuoi dircelo, e cosa ti ha portato in Second Life e se non è il tuo priomo avatar ti va di raccontarci la storia dei o del tuo “Alter”.

Asia Atolia: Asia Atolia nasce per pura curiosità. Sono entrata nel mondo di second life nel 2010 perchè una mia amica me ne parlò ed entrai. Poi dopo un po’ di tempo, affascinata dal poter creare, io, qualcosa, iniziai la mia avventura soprattutto per sfida, visto che mi era stato detto, dopo una mia richiesta di aiuto, che non ci sarei mai riuscita.

Gin Leeder: Cosa pensi di Second Life, cosa ci vedi, sia nel piano umano che tecnologico, trovi che ad oggi Second Life possa rappresentare una vera opportunità anche professionale o resta solo una piattaforma dedicata al “socializzare” con la possibilità di curare le proprie passioni?

Asia Atolia: second life secondo me, puo’ essere un mezzo per socializzare.Poi se uno riesce ad avere una passione qui puo’ svilupparla oppure svolgerla, cosa che magari nel real non è possibile, oppure ancora c’ ho che apprendi o fai in second life diventa proprio un lavoro. Ora dipende da cosa uno si aspetta o vuole in una piattaforma come second life

Gin Leeder: Il Sociale di Second Life è un punto cardine per tutti, difficile restare nel metaverso Linden Lab senza socializzare almeno un minimo, quali sono state le tue esperienze in questo senso e che idea hai del Sociale In Second Life?

Asia Atolia: per la mia esperienza,Second Life, puo’ essere vissuta come una grande opportunità sul piano umano, conoscere gente di qualsiasi paese del mondo riuscire ad interagire, riuscendo, come è capitato a me, non dico in modo eccellente ma poter approcciarsi con altre lingue.

Gin Leeder: In Secodn Life, volenti o nolenti, si è comunque sempre esposti a giudizi molti dei quali espressi con troppa facilità e superficialità ma che per qualche strano motivo divengono poi una sorta di credo, una verità del tutto distorta e questo fa parte di quelle che sono le dinamiche, in tal senso, tu sei mai stata criticata o riesci a muoverti con perfetto equilibrio in quel che è il rapportarsi con le persone nel metaverso? e sei d’accordo con la mia descrizione del sociale in Second Life?

Asia Atolia: io dico sempre entro in second life, per avere un po’ di pace, nel senso deve essere un momento piacevole, un regalo dopo una giornata pesante.Per questo io ho sempre cercato di stare il più tranquilla possibile e trarre sempre il meglio da ogni situazione.

Gin Leeder: Continuiamo a conoscerti, parliamo del tuo pensiero verso l’amore ed i legami affettivi in SL, molto complessi per quanto semplici, in alcuni casi queste emozioni sono uno specchio che amplifica in maniera anche piuttosto veloce le stesse emozioni che si provano in RL, ma da una parte sono più semplici e rapiede da vivere perchè meno articolate rispetto la quotidianità della Real Life stessa, questo facilita quindi le unioni SL, sia per le amicizie che per l’amore. Tu come la vedi? come vivi i sentimenti in SL, e soprattutto credi che, senza un contatto diretto in RL, si possa parlare di un amore solido e sano? o più semplicemente di compagnia?

Asia Atolia: per quanto riguarda gli affetti in second life, io non ho mai avuto problemi.Ho un compagno da 11 anni e più, per quanto riguarda le amicizie se vere sono durature nel tempo. Poi l’ errore che si fa spesso in second life è di correre troppo veloci, subito amori folli e amicizie fino alla morte con tanto di ”ti amo e ti voglio bene”, poi al primo screzio è subito guerra. Io credo che come nella realtà occorre un minimo di controllo sui tempi e modalita’, ma è solo il mio pensiero.

Gin Leeder: Ad oggi che scrivo queste domande, il tuo compagno Second Life è Stefan Quaren, e buona parte dei tuoi amici anche più vicini fanno parte di quella che è una grossa fetta della comunità Italiana, la SblindoMania, ricordiamo Composta come DJ da Ecci, Capu ed appunto Stefan (correggimi se sbaglio), poi non possiamo non citare le Sblindine fra queste Aurora (BimbaProblematica), Cucuzzella, Panterina, Lunetta ed ovviamente le rispettive compagne dei DJ fra cui tu, ma ancora di più tutte gli amici che sono con voi e danno vita a questo gruppo, mi perdonerai ma non mi è ora possibile menzionare proprio tutti i membri semmai fallo tu se vuoi, ora se ti va dicci, come hai conosciuto Stefan passando prima per la SblindoMania oppure dopo quando già ne eri parte, com’è stare in questo gruppo per te e che tipo di supporto hai da loro per quel che è il tuo lavoro in SL ma soprattutto, oltre il fatto di vestirlo (me la ridacchio he…) come è stare con Stefan che ruolo ha lui per te nel metaverso?

Asia Atolia: io ho conosciuto stefan al inizio proprio di second life e come tutte le coppie ci sono stati alti e bassi, ma credo che ora il nostro rapporto è piu’ che consolidato.La sblindomania è arrivata dopo, creata da stefan e eccidj con cui c’ è un amicizia consolidata da anni.Diciamo è un grande gruppo di amici davvero.Stefan è il primo punto del mio second life, per capirci veniamo chiamati scherzosamente ”Sandra e Raimondo”.

Gin Leeder: Raccontaci ora di Asia Fashion, quando e come decidi di dar vita ad una tua linea di abbigliamento.

Asia Atolia: come ho detto prima ASIA FASHION nasce come una sfida, visto che se ho un obbiettivo vado fino in fondo e devo riuscire, ora l’ anno preciso neppure lo ricordo ma diciamo 2013 è iniziato il tutto.

Gin Leeder: Puoi rivelarci quante ore spendi al giorno per un vestito, che concetto hai come per te la Moda in SL dovrebbe essere e quelle che sono le tue idee in merito sul mondo della moda sempre in ambito Virtuale ovviamente.

Asia Atolia: appena mi è possibile mi fiondo a creare quindi salvo il tempo rl(e Stefan)mi concentro sui miei abiti, perche’ oltre che piacermi, mi rilassa, e creare per me è un piacere.

Gin Leeder: Lo reputi, si sincera, un lavoro abbastanza redditizio che può contribuire attivamente alla tua Real Life, oppure è un contributo esclusivamente per Second Life, riesci a bilanciare spese ed incassi in modo positivo, è più di un passatempo creare vestiti per te?

Asia Atolia: guarda all’ inizio era solo per il puro piacere di qualcosa che mi entusiasmava, poi con il tempo è divenuto, prima per sl, poi diciamo un secondo lavoretto per il real non lo nego

Gin Leeder: Con Asiah (con l’H ehehhe) siamo stati ad alcune tue sfilate, veramente piacevoli e ben organizzate, l’ultima alla quale ho assistito aveva Ecci come presentatore, diciamolo, organizzate veramente bene, una addirittura all’estero se non ricordo male. Ora dimmi, come ti organizzi, è una cosa complessa, ci riveli qualche dettaglio in merito per organizzare una sfilata? come scegli le modelle?

Asia Atolia: si con ecci è puro divertimento fare anche una sfilata, per quanto riguarda le altre sfilate mi sono sempre affidata alle agenzie che sono molto professionali e pensano tutto loro dalla location alle modelle.

Gin Leeder: Se fai capi da Uomo, mi sceglieresti come modello (me la rido fortemente)? scherzi a parte, ho notato per la maggior parte abiti da donna, è perchè c’è maggiore domanda e le donne spendono di più?

Asia Atolia: io credo che non debba esserci un canone di bellezza, e proprio qui, ognuno può creare quello che piu’ gli piace in un avatar, cosa c’ è di più stimolante e questo puo’ valere per tutti(tranne per stefan ovvio).

Gin Leeder: Spiegaci il tuo concetto di “bellezza” applicabile non solo al tuo lavoro ma anche a quel che può essere crearsi un avatar che sia piacevole.

Asia Atolia: io credo che non debba esserci un canone di bellezza, e proprio qui, ognuno può creare quello che piu’ gli piace in un avatar, cosa c’ è di più stimolante e questo puo’ valere per tutti(tranne per stefan ovvio).

Gin Leeder: Altri interessi in Second Life oltre il tuo lavoro, proprio sia di natura differente?

Asia Atolia: in verità io se posso provo tutto per curiosita’: ho costruito, ho anche imparato ad usare il virtual ed ho suonato…perchè non provare se in sl è possibile ?

Gin Leeder: Come ami (o amate con Stefan) passare il tempo nei momenti in cui magari hai bisogno di relax e di “distacco” dal sociale, riuscite a stare soli o a stare sola con te stessa?

Asia Atolia: con stefan rimaniamo a casa, parliamo del piu e del meno organiziamo serate ecc… insomma come in real.

Gin Leeder: Della tua Rl vuoi dirci qualche cosa? ad esempio che lavoro fai o di che zona sei, insomma qualcosa di tuo ti va di dircelo? sei libera di non rispondere ovviamente.

Asia Atolia: io vivo a Perugia, il mio lavoro in real, o per meglio dire la passione della mia vita è dipingere. Dipingo tutto quello che mi commissionano, mi piace anche in real provare, per cui non miallontano molto dal mio essere in sl.

Gin Leeder: Questa ed le successive sono domande di rito, per cui alcune sono proprio dei Copia ed incolla. Iniziamo. Cosa porti con te quando spegni il computer? perché sai molti sostengono che spento il PC tutto rimane dov’è, è una teoria che io non riesco a comprendere e per me non è affatto così, emozioni, positive o negative che siano, pensieri legati magari al “lavoro” in Second Life ed altro legato più o meno al sociale, secondo me è parte della realtà, nel senso, SL è già parte della nostra realtà, ovvio io sostengo che non si possa lasciar troppo spazio in RL a ciò che proviene da SL come passatempo, fatto salvo casi eccezionali, ma comunque siamo noi che accendiamo il computer così come siamo noi che lo spengiamo ogni giorno, impossibile per me quindi non portarsi in RL, magari facendolo nel giusto modo, una parte di “pensieri” provenienti da SL emozioni incluse, tu cosa porti con te quando spegni il PC, sia di positivo che di negativo?

Asia Atolia: Io la penso come te gin, chiuso il pc non riesco a scindere cosi’ drasticamente le 2 vite…del resto gli affetti sono reali se uno è sincero sia d’ amore e di amicizia e poi comunque le esperienze restano dentro di noi sia belle che brutte.

Gin Leeder: Le tue esperienze personali in Second Life cosa ti portano a consigliare a chi dovesse iscriversi oggi?

Asia Atolia: io la trovo una bella esperienza se vissuta con la testa per cui la consiglierei.

Gin Leeder: Pensi Second Life sia solamente una illusione?

Asia Atolia: per certi versi si è un illusione.. ma è cmq possibile viverla coscienti di c’ ho che si fa.

Gin Leeder: come sempre giunti a questo punto, io ti ringrazio, fosse stata una video intervista sarebbe stato bello perchè man mano parlando si sarebbero aperti magari temi differenti ed il tutto sarebbe stato meno “schematizzato”, ma non mancherà occasione che tu possa avere un giorno, ed in tal senso mi concederai, una video intervista con tanto di voice “on”, ma ora… è il momento del “marzullismo” come amo definirlo, dove a tutti chiedo di farsi una domanda e darsi una risposta, quindi, fatti una domanda e datti una risposta.

Asia Atolia: mi fa felice essere in second life? si, perche’ ho conosciuto bellissime persone e fatto cose stimolanti.

Gin Leeder: Grazie Asia per la tua disponibilità, mi è salita la curiosità durante un tuo evento di moda, una sfilata dei tuoi abiti, per questo ti ho proposto di rispondere ad alcune domande, sono contento tu lo abbia fatto e ti ringrazio. non posso che augurarti il meglio per il tuo lavoro e per la tua Second Life ti auguro anche tanta serenità, chiuderei con una domanda visto che siamo a pochi giorni dal 2022, cosa auguri a te stessa, ai tuoi amici ed a Second Life ed alla comunità Italiana per il 2022. ed ancora grazie e qui con la tua risposta ci salutiamo invitando tutti gli amici a visitare il tuo store con i link che troveranno a fondo articolo. Ciao Asia ed ancora complimenti.

Asia Atolia: auguro a me stessa e ai miei amici un 2022 più sereno, visto gli ultimi eventi. grazie a te gin per l’ opportunità e la tua gentilezza.


(ENGLISH SECTION Translate with DeepL Free)

I’m honest, as always in the articles, video articles and interviews here in the BluEye Blog, I’ve been to a show in Second Life for the first time in many years of SL, and this thing really intrigued me. So I proposed to Asia to talk about her work and, as always, I took the opportunity to ask some questions of mine.
I would say that what Asia answered is very interesting, not only as a personal point of view, but especially for how she interprets her work in Second Life, and then she was also very sincere talking about earnings, and this is really rare.
But without too many words, I leave you to her interesting interview! good reading!

I invite you to visit the store on Second Life and the Marketplace with the products of Asia Fashion
Asiah Fashion Second Life InWorld Store SLURL : https://maps.secondlife.com/secondlife/Badwater/250/33/25
Asia Fashion Second Life MarketPlace: https://marketplace.secondlife.com/stores/84163


Gin Leeder: Hi Asia, first of all thank you, this article, or interview, we will publish it in two languages for the first time, there are many friends who now visit the blog from different parts of the world, so double question! double answer to you hahahha. the first thing I ask you is “how are you?”

Asia Atolia : Hi Gin, well I would say thank you.

Gin Leeder: Initially there are more or less standard questions, especially for what concerns the written “interviews” where the interaction is not in “Real Time” let’s say, some questions will have a form very similar to previous written interviews, but we will vary then obviously embracing what are your experiences and your work in the Linden Metaverse. So, let’s start, tell us about yourself, there are questions that obviously you can not answer, but describe yourself and everything that is your world in Second Life and maybe tell us about the links between your SL and your RL, not necessarily of an emotional nature but also just professional such as your work. So tell us how Asia Atolia was born, if it’s your first avatar, if you want to tell us, and what brought you in Second Life and if it’s not your first avatar you want to tell us the story of your “Alter”.

Asia Atolia: Asia Atolia was born out of pure curiosity. I entered the world of second life in 2010 because a friend of mine told me about it and I entered. Then, after a while, fascinated by the possibility to create something, I started my adventure mainly for challenge, since I was told, after a request for help, that I would never succeed.

Gin Leeder: What do you think about Second Life, what do you see in it, both in the human and in the technological level, do you think that today Second Life can represent a real opportunity, also professional, or is it only a platform dedicated to “socializing” with the possibility to take care of one’s own passions?

Asia Atolia: second life in my opinion, can be a way to socialize. then if you can have a passion here you can develop it or carry it out, something that maybe in real life is not possible, or even if you learn or do something in second life, it becomes a job. Now it depends on what one expects or wants in a platform like second life.

Gin Leeder: The Social in Second Life is a pivotal point for everyone, it’s hard to stay in the Linden Lab metaverse without socializing at least a little, what have been your experiences in this sense and what is your idea of Social In Second Life?

Asia Atolia: for my experience, Second Life, can be lived as a great opportunity on the human level, to know people from any country of the world to be able to interact, succeeding, as it happened to me, I don’t say in an excellent way but to be able to approach with other languages.

Gin Leeder: In Second Life, willingly or not, you are always exposed to judgments, many of them expressed with too much ease and superficiality, but for some strange reason they become a sort of creed, a completely distorted truth and this is part of the dynamics, in this sense, have you ever been criticized or do you manage to move with perfect balance in what is the relationship with people in the metaverse? And do you agree with my description of the social in Second Life?

Asia Atolia: I always say I enter in second life, to have some peace, in the sense it has to be a pleasant moment, a gift after a heavy day. For this reason I have always tried to stay as calm as possible and always take the best from every situation.

Gin Leeder: Let’s continue to know you, let’s talk about your thoughts towards love and emotional ties in SL, very complex as simple as they are, in some cases these emotions are a mirror that amplifies rather quickly the same emotions that you feel in RL, but on the one hand they are simpler and quicker to live because they are less articulated than the daily life of Real Life itself, this then facilitates the SL unions, both for friendships and for love. How do you see it? How do you live the feelings in SL, and above all do you believe that, without a direct contact in RL, we can speak of a solid and healthy love? or more simply of companionship?

Asia Atolia: as far as affections in second life are concerned, I have never had any problems. I have had a partner for 11 years and more, as far as friendships are concerned, if they are true, they are long-lasting. Then the mistake that is often made in second life is to run too fast, immediately crazy love and friendship until death with lots of ”I love you and I love you”, then at the first disagreement is immediately war. I believe that as in reality we need a minimum of control over the timing and mode, but it’s just my thought.

Gin Leeder: Now that I’m writing these questions, your Second Life companion is Stefan Quaren, and most of your friends are part of what is a big part of the Italian community, the SblindoMania, we remember composed as DJs by Ecci, Capu and Stefan (correct me if I’m wrong), then we can not fail to mention the Sblindine among them Aurora (BimbaProblematica), Cucuzzella, Panterina, Lunetta and obviously the respective companions of the DJs including you, but even more all the friends who are with you and give life to this group, forgive me but I can not now mention all the members if you want to do it, now if you want to tell us, how did you meet Stefan passing through SblindoMania before or after when you were already part of it, what is it like to be in this group for you and what kind of support you have from them for what is your work in SL but above all, beyond the fact of dressing him (I laugh he… ) what is it like being with Stefan what role does he play for you in the metaverse?

Asia Atolia: I met stefan at the beginning of my second life and like all couples there have been ups and downs, but I think now our relationship is more than consolidated.sblindomania came later, created by stefan and eccidj with whom there is a consolidated friendship for years.let’s say it’s a great group of friends really.Stefan is the first point of my second life, to understand us we are jokingly called ”Sandra and Raimondo”.

Gin Leeder: Tell us now about Asia Fashion, when and how you decided to start your own clothing line.

Asia Atolia: as I said before ASIA FASHION was born as a challenge, since if I have a goal I go all the way and I have to succeed, now the precise year I do not even remember but let’s say 2013 is started everything.

Gin Leeder: Can you tell us how many hours you spend a day for a dress, what concept you have as for you the Fashion in SL should be and what are your ideas about the world of fashion always in Virtual of course.

Asia Atolia: as soon as it’s possible I rush to create so except for the time rl(and Stefan) I focus on my clothes, because besides liking it, it relaxes me, and creating for me is a pleasure.

Gin Leeder: Do you consider it, to be honest, a quite profitable job that can actively contribute to your Real Life, or is it a contribution exclusively for Second Life, do you balance expenses and income in a positive way, is it more than a hobby to create clothes for you?

Asia Atolia: look at the beginning it was just for the sheer pleasure of something that excited me, then with time it became, first for sl, then let’s say a second job for the real I won’t deny it

Gin Leeder: With Asiah (with an H ehehhe) we have been to some of your shows, really nice and well organized, the last one I attended had Ecci as the presenter, let’s say, really well organized, one even abroad if I remember correctly. Now tell me, how do you organize, it’s a complex thing, can you tell us some details about how to organize a fashion show? How do you choose the models?

Asia Atolia: yes, with ecci it’s pure fun to do a fashion show too, as for the other fashion shows I have always relied on the agencies that are very professional and they think everything from the location to the models.

Gin Leeder: If you make men’s clothes, would you choose me as your model (I laugh out loud)? joking aside, I have noticed mostly women’s clothes, is it because there is more demand and women spend more?

Asia Atolia: I believe that there should not be a canon of beauty, and right here, everyone can create what they like in an avatar, what is more stimulating and this can ‘apply to everyone (except for stefan of course).

Gin Leeder: Explain to us your concept of “beauty” applicable not only to your work but also to what it can be to create an avatar that is pleasant.

Asia Atolia: I believe that there should not be a canon of beauty, and right here, everyone can create what they like in an avatar, what is more stimulating and this can ‘apply to everyone (except for stefan of course).

Gin Leeder: Any other interests in Second Life besides your job, just of a different nature?

Asia Atolia: in truth I try everything if I can out of curiosity: I have built, I have also learned to use the virtual and I have played…why not try if it is possible in sl?

Gin Leeder: How do you love (or love with Stefan) to spend your time in the moments when maybe you need to relax and “detach” from the social, do you manage to be alone or to be alone with yourself?

Asia Atolia: with stefan we stay at home, we talk about the more and less we organize evenings etc… in short like in real.

Gin Leeder: Do you want to tell us something of your Rl? for example what job you do or what zone you are from, in short something of yours do you want to tell us? you are free not to answer obviously.

Asia Atolia: I live in Perugia, my work in real, or rather to say the passion of my life is painting. I paint everything I am commissioned to do, I also like to try in real, so I don’t stray too far from my being in sl.

Gin Leeder: This and the next few are rite-of-passage questions, so some are really copy and paste. Let’s start. What do you take with you when you turn off your computer? because you know many people say that when you turn off the PC everything stays where it is, it is a theory that I can not understand and for me it is not like that at all, emotions, positive or negative that they are, thoughts maybe related to “work” in Second Life and other more or less related to social, according to me it is part of reality, in the sense, SL is already part of our reality, Obviously I argue that you can not leave too much space in RL to what comes from SL as a pastime, except in exceptional cases, but still we are the ones who turn on the computer as well as we are the ones who turn it off every day, so it is impossible for me not to bring in RL, maybe doing it in the right way, a part of “thoughts” coming from SL emotions included, what do you bring with you when you turn off the PC, both positive and negative?

Asia Atolia: I think like you gin, when I close the pc I can’t separate so drastically the 2 lives…after all the affections are real if one is sincere both of love and friendship and then anyway the experiences remain inside us both good and bad.

Gin Leeder: What do your personal experiences in Second Life lead you to recommend to those who should join today?

Asia Atolia: I find it a good experience if lived with the head so I would recommend it.

Gin Leeder: Do you think Second Life is just an illusion?

Asia Atolia: in some ways it is an illusion… but it is possible to live it conscious of what you are doing.

Gin Leeder: as always come to this point, I thank you, if it had been a video interview would have been nice because as we spoke would have opened up maybe different topics and everything would have been less “schematized”, but there will be no occasion that you may have one day, and in this sense you will grant me, a video interview with lots of voice “on”, but now … it is time for “marzullismo” as I like to call it, where I ask everyone to ask a question and give an answer, so, ask yourself a question and give yourself an answer.

Asia Atolia: does it make me happy to be in second life? Yes, because I met beautiful people and did exciting things.

Gin Leeder: Thank you Asia for your availability, I was curious during one of your fashion events, a parade of your clothes, so I proposed you to answer some questions, I’m glad you did and I thank you. I can only wish you the best for your work and for your Second Life I also wish you a lot of serenity, I would close with a question since we are a few days from 2022, what do you wish to yourself, to your friends and Second Life and the Italian community for 2022. and again thanks and here with your answer we say goodbye inviting all friends to visit your store with the links that will find at the bottom of the article. Hi Asia and congratulations again.

Asia Atolia: I wish myself and my friends a more peaceful 2022, given the latest events. thank you gin for the opportunity and your kindness.